Segnali di vita


Il nuovo romanzo,dedicato a Franco Battiato,ordinalo,nei maggiori Store

Scopri di più Eventi

chi sono

"Che cos'è l'ispirazione?
E' Infinito dentro di me.
Quando scrivo mi sento un Infinito di passaggio su questa terra".
lb

Scrittore emergente di Perugia Umbria

Sono nato e vivo a Perugia.
La scrittura è una passione che ho fin da piccolo e con il passare del tempo diventa un piacevole hobby.
Inizio a scrivere piccoli racconti e brevi poesie nella bottega dei miei genitori. E' per questo motivo che mi piace definirmi scrittore di bottega o parolaio.
Nel 2015 le cose si fanno serie e pubblico il mio primo libro di poesie dal titolo "D'amore e di Esistenze" con Bertoni Editore partecipando a vari eventi culturali in Umbria e al Salone Internazionale del Libro di Torino.
Nel frattempo collaboro online con alcuni musicisti di tutta Italia scrivendo testi per canzoni.
Nel 2021 pubblico la mia seconda opera, il romanzo "Segnali di vita" edito da Polymetis Edizioni.
Della mia espressione letteraria dicono che emerga una poetica ricca di ispirazioni stilistiche.

foto presentazioni libro scrittore autore

Perché scrivo?

Scrivere perchè scrivo scrittore autore

Ho sempre sognato di scrivere un libro ma ogni volta che lo compro lo trovo già scritto. lb

Il mestiere

Perché scrivo? La risposta più semplice è perchè mi piace ma oserei dire che è anche la più saggia. La risposta invece che uso in vari casi è che scrivo per malcontento. Forse è la più vera.
Debbo dire che l'insoddisfazione è un'ottima ispirazione. Se poi aggiungo l'entusiasmo, l'inventiva, la fantasia che da sempre mi tormentano vado fiero della mia scrittura.
Preciso comunque che scrivo senza la necessità o il vanto di voler diventare famoso. Se mai lo diventassi mi schernirei e lo farei questa volta per vanto. Burlare un successo è il modo migliore per minimizzarlo con una certa autocritica o "superficialità" di fondo. Perchè non farlo?
Sapete cosa c'è? C'è che mi diverto! Sissignori, aggiungerei a questa pantomima che scrivere mi diverte. Provo una certa soddisfazione nel creare personaggi, storie, scrivere poesie semplicemente per il gusto di esortare, persuadere, proporre o soltanto provocare una reazione. Ecco, scrivo soprattutto per provocazione. Adoro pensare che la provocazione possa causare riflessioni anche profonde che ci possono lasciare nel dubbio perenne anche un'intera vita.
Ammetto che quando scrivo sovente mi emoziono. Rido, mi lascio andare, amo, entro insomma con emotività in un'altra dimensione che è parallela alla realtà che sto vivendo. Vi voglio inoltre dire che scrivo anche e soprattutto per imparare, per imparare a scrivere in primis ed in secondo luogo per emozionarmi sempre più.
Cari lettori ora è giunto il momento di una mia confessione schietta e sincera e cioè che sono coscientemente incompetente e quando scrivo ammetto di non sapere. Non so niente. La presunzione del sapere è un brutto vizio che oggigiorno viene sciorinato da troppi personaggi con una certa facilità.
Tra sapere e non sapere preferisco non sapere. Scrivo quindi perché non so e perché non si finisce mai d'imparare. E' questo il vero mestiere. Il mestiere dell'umile scrittore di bottega.
Insomma, scrivo per molteplici necessità ma non so niente. Posso dire che conosco solo ciò che mi compete e dal nulla sono partito forse per mai arrivare.
In conclusione dico che la scrittura è un ottimo esercizio per rimanere sospesi in un'eterna visione cosmica tra dubbi ed incertezze con il solo obbiettivo di una propria evoluzione.
Il lettore? Che si sieda al mio fianco senza immedesimarsi.
lb

bibliografia

Clicca sulle immagini per visionare le schede dei libri.